Notizie

Progetto WASCOFFEE – Collaborazione con Autogrill e Costa Group

600 400 CMF Greentech

Se Bistrot incarna la vocazione di Autogrill verso l’innovazione, nel concept di CityLife si è andati oltre: per la prima volta, infatti, per l’allestimento dello store, si è introdotto, in via sperimentale, un materiale derivante dal riutilizzo di caffè, elemento simbolo dell’offerta Autogrill nel mondo realizzato e prodotto da CMF Greentech, con il suo programma Waste Manangement.

Se si pensa che, secondo l’Organizzazione Internazionale del Caffè (ICO), tra il 2015 e il 2016 sono state consumate circa 400 miliardi di tazzine di caffè, in Europa, USA, Brasile e Giappone, questo fa ben comprendere quanto potrebbe essere rilevante la possibilità di riutilizzare il caffè in fase di riciclo invece di smaltirlo come semplice rifiuto organico.

Proprio con l’idea di utilizzare processi produttivi coerenti con un modello di  economica circolare nasce WASCOFFEE realizzato in collaborazione con Autogrill e Costa Group, specializzata in food entertainment.

Qui a CityLife, infatti, alcune parti degli arredi sono state progettate con una filosofia di  Ecodesing e realizzate con materiale derivante da fondi del caffè: una scelta in linea con la filosofia aziendale di Autogrill ed in particolare con la roadmap di Afuture, nata nel 2007 con l’obiettivo di integrare le strategie economiche di Gruppo con i temi di sostenibilità. Una scelta che si integra perfettamente anche dal punto di vista del look&feel poichè rispetta quei codici colore che hanno reso Bistrot riconoscibile e famoso in tutto il mondo.

Al progetto WASCOFFEE collaborerà inoltre il Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Gestionale. In particolare l’Università, avrà l’incarico di studiare l’impatto ambientale dell’uso dei fondi di caffè nella produzione di questo materiale innovativo anche al fine di meglio definire un piano di sviluppo dell’intero progetto nei punti vendita a marchio Bistrot e Puro Gusto su scala nazionale e internazionale.

CMF GREENTECH SU “ANSA.it”

600 400 CMF Greentech

Bruxelles – Il Prof. Stefano Amaducci è stato intervistato da Ansa.it nell’ambito del progetto europeo Multihemp e cita CMF e i suoi prodotti come esempio concreto dell’utilizzo della Canapa a livello industriale.

Vai all’articolo >

CANAPAlithos® Argilla premiato al SAIE INNOVATION

812 1024 CMF Greentech

CANAPAlithos® Argilla ha ricevuto una medaglia d’oro al The Best of SAIE Innovation, una iniziativa che raccoglie una selezione di 28 innovazioni, suddivise in categorie comprendenti l’intero mondo delle costruzioni, che testimoniano l’impegno costante da parte delle aziende nel migliorare l’offerta di prodotti e servizi verso il settore edile.

Leggi qui l’articolo sul sito ufficiale del SAIE.
Leggi qui l’articolo su “Edilizia e Territorio”.

Expo Reportage

1024 683 CMF Greentech

Eccoci ad Expo2015 con i nostri cubi materici realizzati in Canapalithos …
Un simbolo delle potenzialità creative di un materiale pensato per rispettare l’uomo e l’ambiente.

Cantiere a Modena

768 1024 CMF Greentech

A Modena è attivo il primo cantiere in Italia che utilizza la nostra tecnologia. I progettisti hanno scelto Canapalithos in Canapa e Argilla.

CANAPAlithos arreda EXPO 2015

1024 683 CMF Greentech

In questo rivoluzionario materiale l’innovazione tecnologica si coniuga alla tradizione di un’antica cultura, rappresentando una concreta occasione di sviluppo anche per il comparto agricolo attraverso la riscoperta di una coltura, quella della canapa, dalla notevole valenza agronomica.

Le caratteristiche d’innovazione e di sostenibilità intrinseche a CANAPAlithos sono perfettamente allineate con il tema dell’Esposizione Universale: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Cubi “Hemp Made” come rappresentazione materica del biomateriale, quindi pressoché privi di design, saranno l’arredo urbano di una delle piazze dedicate allo street-food, esprimendo valenza non attraverso una specifico disegno ma tramite le innovative caratteristiche greenfriendly di questo nuovo biomateriale “made in Italy”.